FENAILP Gravina in Puglia (BA) COVID-19: Il flash mob dei titolari delle partite iva

Si sono recati al Comune e hanno consegnato simbolicamente le chiavi delle proprie attività nelle mani del sindaco Alesio Valente. Questa mattina ii commercianti associati alla FENAILP hanno inscenato una protesta nel cortile del Palazzo di Città in occasione della manifestazione nazionale delle partite Iva.

Gli  imprenditori hanno voluto far sentire le proprie rivendicazioni al primo cittadino di Gravina, invitandolo a sollecitare le istituzioni a prendere atto delle problematiche di molti esercenti, così da mettere in campo quanto prima iniziative per risollevare le sorti di attività commerciali messe in ginocchio dall'emergenza sanitaria. "O riapriamo o chiuderemo per sempre", "si muore di virus oppure si muore di fame", sono solo alcuni degli slogan mostrati al primo cittadino dai manifestanti.

E’ stato Oronzo Rifino Presidente della FENAILP della città Metropolitana di Bari  a spiegare le motivazioni della manifestazione che - ha dichiarato - non è rivolta contro il sindaco a cui chiediamo, però, agevolazioni per i tributi locali ma desideriamo che egli diventi la nostra voce verso le altre Istituzioni.

La decisione di prorogare la chiusura di attività di cui sopra sta comportando anche l’allargamento dello svolgimento di alcune attività in nero e, inoltre, con grande rischio di contagio.

A loro il Sindaco ha espresso la sua solidarietà, promettendo di perorare le loro causa nelle sedi istituzionali opportune (Governo e Regione), preannunciando quello che ormai è in dirittura di arrivo come un pacchetto di misure comunali, atte a contrastare la crisi di molti commercianti e artigiani e per rilanciare l'economia locale. "Il governo deve intervenire tempestivamente perché se lo fa con ritardo, il rischio è che l'impresa sia già fallita"- ha detto Valente, salutando gli imprenditori presenti.

TOP