SIAE – Interventi sul rinnovo abbonamenti musica d’ambiente

La SIAE accoglie le richieste delle Associazioni di Categoria orientate al sostegno alle attività commerciali a causa della crisi economica dovuta ai provvedimenti di contrasto della pandemia.

Pertanto Siae modifica i termini di rinnovo e le riduzioni sugli abbonamenti annuali di Musica d’Ambiente a seconda del settore economico, come segue:

SETTORE ALBERGHIERO ED EXTRALBERGHIERO (ES. HOTEL, ALBERGHI, CAMPEGGI), COME SEGNALATO DA FEDERALBERGHI:

  • termine rinnovo differito al 30 giugno 2021;
  • riduzione forfettaria del 32,5% (già riconosciuta nel 2020);
  • per le strutture che hanno sospeso totalmente l’attività, l’importo da erogare a Siae verrà computato sulla tariffa standard per il solo periodo di eventuale apertura nel corso del 2021. Questo beneficio non vale in caso di apertura intermittente (es. solo weekend);
  • riduzione dal 20% al 10% della maggiorazione sugli abbonamenti mensili (max 2 mensilità consecutive), a valere sulla tariffa standard.

PUBBLICI ESERCIZI CON SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE (ES. BAR, RISTORANTI):

  • termine rinnovo differito al 30 giugno 2021;
  • riduzione del 15% dell’importo per diritto d’autore (da conteggiare sulla cifra complessiva, alla quale poi togliere lo sconto associativo).

 NO FOOD (ES. RETAIL, ARTIGIANI, PARRUCCHIERI, CENTRI COMMERCIALI, ECC…):

  • termine rinnovo differito al 30 giugno 2021;
  • riduzione del 5% dell’importo per diritto d’autore (da conteggiare sulla cifra complessiva, alla quale poi togliere lo sconto associativo).

 FOOD (RIVENDITA GENERI ALIMENTARI, ANCHE GDO):

  • termine rinnovo rimane il 30 aprile 2021;
  • nessuna riduzione prevista.

Tutte le attività chiuse a prescindere dai fattori di rischio regionali (palestre, piscine, corsi di danza e ginnastica, circoli ricreativi, teatri, sale da gioco, sale scommesse, ecc…):

  • l’importo da erogare a Siae verrà computato sulla tariffa standard per il solo periodo di eventuale apertura nel corso del 2021.

In merito agli abbonamenti stagionali, si rinvia invece a nuove comunicazioni a seconda dell’evolversi dell’emergenza sanitaria.

TOP