RICOSTITUZIONI DELLE PRESTAZIONI DI ESODO: CHIARIMENTI INPS

L'INPS, chiarisce in materia di ricostituzioni delle prestazioni di esodo ai sensi dell'articolo 4, commi da 1 a 7, della Legge n. 92/2012, e dell'articolo 41, comma 5-bis, del D.Lgs n. 148/2015, sulla base di retribuzioni percepite successivamente alla data di cessazione del rapporto di lavoro, conferma che  qualunque retribuzione imponibile a fini previdenziali erogata successivamente all'accesso alla prestazione di esodo, ma riferita al periodo di lavoro precedente la cessazione dello stesso, deve essere inclusa nel calcolo delle prestazioni di esodo di cui alle citate norme. Pertanto, qualora successivamente alla liquidazione in via definitiva della prestazione di esodo risultino ulteriori retribuzioni erogate dopo la cessazione del rapporto di lavoro, è possibile procedere alla ricostituzione a condizione che il datore di lavoro garantisca il maggiore onere derivante dalla ricostituzione. Analogamente, è possibile procedere alla ricostituzione delle prestazioni in argomento nel caso in cui nell'estratto conto contributivo risulti della contribuzione accreditata (d'ufficio o la cui domanda di accredito sia stata presentata prima della cessazione del rapporto di lavoro) non presente al momento della liquidazione, in via definitiva, della prestazione di esodo.

TOP