PERMESSI DI SOGGIORNO E FLUSSI DI INGRESSO VELOCI CON LA PIATTAFORMA

Assunzioni più facili per chi è già in Italia ma non solo. La semplificazione delle procedure per i cosiddetti flussi di ingresso e quindi per i permessi di soggiorno per motivi di lavoro sono ormai in vigore. E non mancano le novità per gli extracomunitari che devono trovare occupazione in territorio italiano. Il Governo ha messo nero su bianco sul portale di riferimento per gli immigrati tutte le novità a cui attenersi. Molte delle quali utili anche ai datori di lavoro che intendono assumere lavoratori stranieri. Sullo stesso portale pienamente funzionante è la piattaforma che consente di mettere a posto tutta la documentazione necessaria in pochi click.

PERMESSI DI SOGGIORNO E FLUSSI DI INGRESSO VELOCI CON LA PIATTAFORMA

A cambiare gran parte della procedura di riferimento relativa ai flussi di ingresso ci ha pensato il Decreto Legge numero 73 del 2022 che sul finire dello scorso mese di giugno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Decreto quindi entrato pienamente in vigore. Proprio sui flussi di ingresso la grande novità sono le numerose semplificazioni delle procedure con cui stranieri e datori di lavoro adesso si troveranno ad avere a che fare.

La novità forse più importante è la solerzia con cui adesso saranno rilasciati i cosiddetti nulla osta. Infatti è di 30 giorni il termine massimo di attesa per il nulla osta di tutte quelle domande presentate nel corso dell’anno 2021 con il “Decreto Flussi”. La semplificazione sta soprattutto nel fatto che, se entro 30 giorni dalla pubblicazione del Decreto la procedura relativa ad un singolo lavoratore non sarà completata per carenza di informazioni sullo stesso, il nulla osta verrà comunque rilasciato. E ciò che si legge sul sito prima citato su cui, come dicevamo, ci sono tutte le informazioni relative alle novità introdotte dal Decreto.

PROCEDURE VELOCI ANCHE PER IL VISTO DI INGRESSO

I 30 giorni scattano dalla pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale, ma solo per le domande 2021. Per le nuove domande del 2022, farà fede proprio la data di presentazione dell’istanza da cui partiranno i 30 giorni. Quindi per domande presentate in questi giorni, il tempo di attesa di 30 giorni scatta proprio dalla data in cui l’istanza è prodotta. Permessi di soggiorno e flussi di ingresso veloci, ma non solo, perché anche il visto di ingresso si velocizza. Infatti per chi ha ricevuto il nulla osta, il visto di ingresso arriverà entro i successivi 20 giorni.

I DOCUMENTI A FIRMA CERTA

Non meno importante la novità che riguarda i datori di lavoro che vorranno assumere subito lavoratori stranieri anche irregolari già presenti in Italia alla data del primo maggio 2022. In questo caso serve la documentazione con firma certa comprovante la presenza del lavoratore in Italia. L’accertamento dell’ingresso precedente del lavoratore in Italia, deve essere accertata non dal datore di lavoro bensì dallo Sportello unico per l’immigrazione. Infatti sarà questo Istituto a convocare i datori di lavoro e il lavoratore nel momento dell’assunzione per il rilascio del permesso e per la sottoscrizione del contratto di lavoro.

TOP