BONUS 150 EURO, NUOVA INDENNITÀ IN ARRIVO CON IL DECRETO AIUTI-TER

Arriva una nuova indennità "una tantum" per lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati e invalidi con redditi fino a 20mila euro. Chi può richiederla e come.

 

 

Nel nuovo Decreto Legge 23 settembre 2022, n. 144 (c.d. decreto “Aiuti-ter”) il governo ha previsto, quale ulteriore misura a sostegno dei consumatori, una nuova indennità una tantum di 150 euro per quasi 22 milioni di italiani, dai dipendenti ai pensionati, dai co.co.co a colf e badanti, con reddito fino a 20mila euro.

La misura ricalca sostanzialmente quella introdotta dal Decreto Aiuti che ha trovato applicazione nello scorso mese di luglio.

La nuova indennità spetta a:

  • lavoratori dipendenti con retribuzione imponibile a novembre fino a 1.538 euro. Il bonus è corrisposto al lavoratore direttamente dal datore di lavoro con la busta paga di novembre. L'indennità spetta una sola volta (anche nel caso di più rapporti di lavoro), non è cedibile, sequestrabile o pignorabile e non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali.
  • Lavoratori autonomi e professionisti, per i quali  è previsto che l'indennità da 200 euro del dl aiuti bis (per redditi fino a 35mila euro) venga aumentata di 150 euro (per un totale di 350) a condizione che, nel 2021, abbiano percepito un reddito complessivo fino a 20mila euro. Il termine di presentazione della domanda è il 30 novembre 2022.
  • Autonomi senza partita Iva avranno l'indennità come gli incaricati alle vendite a domicilio già beneficiari del bonus 200 euro.
  • Co.co.co, dottorandi e assegnisti di ricerca non devono essere titolari del bonus 200 euro, né essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, il reddito massimo è di 20mila euro. Per i lavoratori stagionali a tempo e intermittenti, così come per gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo sono richieste: domanda, tetto di 20mimila euro e almeno 50 giornate lavorative nel 2021.
  • Pensionati residenti in Italia, che la riceveranno direttamente dall’Inps a novembre.
  • Colf e lavoratori domestici già beneficiari del bonus 200 euro riceveranno, senza domanda e senza tetto, l'indennità dall'Inps a novembre. L'Istituto erogherà i 150 euro anche ai disoccupati che a novembre percepiranno la Naspi e a coloro che nel 2022 hanno l'indennità di disoccupazione agricola di competenza del 2021.
  • Le famiglie con reddito di cittadinanza riceveranno il sussidio d'ufficio con il beneficio di novembre, a patto che nel nucleo non ci siano beneficiari di altre indennità
TOP