Superbonus 110% pubblicazione del Decreto Attuativo sulle asseverazioni da parte del Ministero per lo Sviluppo Economico

Il Ministero per lo sviluppo economico ha varato uno dei due decreti attuativi previsti dal Dl Rilancio relativi al superbonus del 110%. Si tratta del decreto sulle asseverazioni dei lavori che stabilisce le modalità di trasmissione e le caratteristiche del modulo da inviare agli organi competenti.

L’asseverazione del tecnico competente è, infatti, elemento essenziale per accedere alla detrazione per gli interventi di efficientamento energetico o adeguamento sismico. Il tecnico abilitato ad eseguire l’asseverazione deve essere iscritto all’Albo professionale e svolgere regolarmente la libera professione. Sono elementi essenziali dell’asseverazione: la dichiarazione del tecnico abilitato in cui specifica di voler ricevere ogni comunicazione a un preciso indirizzo di posta certificata; la dichiarazione di congruità del massimale della polizza rispetto al numero di asseverazioni svolte che, in ogni caso, non deve essere inferiore a 50.000 euro.

L’asseverazione può riguardare dei lavori conclusi (allegato 1) o un avanzamento di lavori tutt’ora in corso (allegato 2).

Nel caso di lavori conclusi, l’asseverazione deve essere compilata on-line nel portale informatico Enea dedicato entro 90 giorni dal termine dei lavori. L’Enea svolge un controllo automatico, valutando in particolare se il soggetto beneficiario e gli interventi in oggetto rientrino tra quelli autorizzati. Saranno, inoltre, effettuati ulteriori controlli a campione sugli interventi che beneficiano delle detrazioni fiscali oggetto delle asseverazioni e sulla regolarità delle asseverazioni stesse, per un massimo del 5% delle asseverazioni registrate.

Nel caso in cui l’asseverazione si riferisca a uno stato di avanzamento delle opere per la loro realizzazione, viene acquisita dall’Enea la dichiarazione del tecnico abilitato che asseveri il rispetto dei requisiti secondo quanto indicato dal progetto, dagli APE preliminari e dalle caratteristiche tecniche dei componenti acquistati. Enea svolge i medesimi controlli preliminari delle asseverazioni relative ai lavori conclusi.

Qualora vi siano soggetti che rilasciano attestazioni o asseverazioni infedeli, ferma restando l’applicazione delle sanzioni penali ove il fatto costituisca reato, la Direzione generale per l’approvvigionamento, l’efficienza e la competitività energetica del Ministero dello sviluppo economico irroga un ulteriore sanzione amministrativa pecuniaria per un valore da 2.000 a 15.000 euro per ciascuna attestazione infedele resa.

Una volta accertata l’infedeltà delle asseverazioni la Direzione procede con la trasmissione delle stesse all’Agenzia delle entrate territorialmente competente nonché al Ministero dell’economia e delle finanze per assicurare lo svolgimento delle attività che garantiscono la decadenza del beneficio.

DM Asseverazioni by fenailp on Scribd

TOP