Registratore Telematico: Dal 1° gennaio 2021 si deve dotare chi non supera un volume di affari di 400.000 euro

Dal 1° gennaio 2021 i soggetti con volume d'affari non superiore a 400.000 euro dovranno obbligatoriamente dotarsi di Registratore Telematico per la trasmissione telematica dei corrispettivi; in alternativa, tali soggetti possono utilizzare la procedura web "documento commerciale online" presente

nel portale Fatture e corrispettivi del sito dell'Agenzia delle Entrate.

Si ricorda che fino al 31.12.2020 è previsto un credito d'imposta a favore di coloro che acquistano un nuovo registratore o adattano quello esistente. Il credito d'imposta è pari al 50% della spesa sostenuta, con un massimo di € 250,00 per l'acquisto e di € 50,00 per l'adeguamento.

Invio dei dati al STS tramite Registratore Telematico

Il Decreto Rilancio ha prorogato al 1° gennaio 2021 anche il termine di adeguamento degli RT per la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri al Sistema Tessera Sanitaria.

A seguito delle modifiche apportate dal comma 2, art. 140, Decreto Rilancio, gli esercenti del settore sanitario (esempio le farmacie) adempiono all'obbligo di invio telematico esclusivamente mediante la memorizzazione elettronica e la trasmissione dei dati relativi a tutti i corrispettivi giornalieri al Sistema Tessera Sanitaria, attraverso gli strumenti di cui al comma 3 (Registratore Telematico).

TOP