Pensioni 2021: Nessun aumento

Pensioni 2021: Nessun aumento

Il decreto del 16 novembre dei Ministri dei Lavoro e dell'Economia informa che le pensioni nel 2021 non subiranno alcuna variazione in aumento

DECRETO SULL'ADEGUAMENTO DELLE PENSIONI

Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Catalfo e quello dell'economia e delle finanze Gualtieri il 16 novembre hanno emanato il decreto contente la "Perequazione automatica delle pensioni con decorrenza dal 1° gennaio 2021, nonché valore della percentuale di variazione - anno 2020 e valore definitivo della percentuale di variazione - anno 2019", pubblicato sulla GU il 24 novembre 2020 (sotto allegato).

Detto decreto tiene conto della comunicazione dell'Istituto nazionale di statistica del 5 novembre 2020, da cui emerge che:

• "la variazione percentuale verificatasi negli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, senza tabacchi, tra il periodo gennaio-dicembre 2018 ed il periodo gennaio-dicembre 2019 è risultata pari a + 0,5;

• la variazione percentuale verificatasi negli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, senza tabacchi, tra il periodo gennaio - dicembre 2019 ed il periodo gennaio-dicembre 2020 è risultata pari a - 0,3 ipotizzando, in via provvisoria, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020 una variazione dell'indice pari rispettivamente a + 0,1; 0,0 e + 0,2."

Alla luce dei dati suddetti, il decreto stabilisce il valore effettivo della variazione percentuale per l'aumento di perequazione automatica con decorrenza dal 1° gennaio 2020 e determina la variazione percentuale per l'aumento di perequazione automatica con effetto dal 1° gennaio 2021, (salvo conguaglio all'accertamento dei valori definitivi relativamente ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020).

NIENTE AUMENTO PER LE PENSIONI NEL 2021

Mentre per il 2020, come stabilito dall'art. 1 del decreto, la variazione è dello 0,1% (perché la variazione provvisoria applicata nel 2020 è stata dello 0,4% mentre il valore definitivo è dello 0,5%), nel 2021 gli assegni previdenziali non subiranno nessun incremento.

Come dispone infatti l'art. 2 del decreto "La percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l'anno 2020 è determinata in misura pari a 0,0 dal 1° gennaio 2021, salvo conguaglio da effettuarsi in sede di perequazione per l'anno successivo."

TOP