Nuove linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative – Conferenza Stato Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato, nella seduta del 6 agosto, le nuove Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative.

Queste Linee guida dovrebbero confluire, come di consueto, nel prossimo DPCM recante le nuove misure urgenti per il contenimento ed il contrasto dell’epidemia da Covid-19, che sarà pubblicato entro il prossimo 9 agosto.

Si ricorda infatti che l’art. 1, comma 5, del DL 83/20202, ha prorogato, fino al prossimo 9 agosto, l’applicazione del DPCM del 14 luglio 2020 il cui allegato 1 contiene le Linee guida attualmente in vigore.
Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative (allegato)

Di seguito le novità rispetto alle Linee guida contenute nell’allegato 1 del DPCM del 14 luglio.
RISTORAZIONE: si consentono anche per queste attività, come già per i circoli ricreativi, le attività ludiche che comportano l’uso di materiali di cui non sia possibile garantire una puntuale ed accurata disinfezione (es. carte da gioco) alle seguenti condizioni:

  • obbligo di utilizzo della mascherina;
  • igienizzazione frequente delle mani e della superficie di gioco;
  • rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro sia tra i giocatori dello stesso tavolo sia tra tavoli adiacenti.

Nel caso di utilizzo delle carte da gioco è consigliata una frequente sostituzione dei mazzi di carte usate con nuovi mazzi.

ATTIVITA’ RICETTIVE, SERVIZI ALLA PERSONA (acconciatori, estetisti e tatuatori) e CENTRI BENESSERE: per tutte queste attività si consente l’utilizzo della sauna con caldo a secco e temperatura compresa tra 80 e 90° C.

Dovrà essere previsto un accesso alla sauna con numerosità proporzionata alla superficie, assicurando il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro; la sauna dovrà essere sottoposta a ricambio d’aria naturale prima di ogni turno evitando il ricircolo dell’aria e soggetta a pulizia e disinfezione prima di ogni turno.

ARCHIVI E BIBLIOTECHE: si precisa che l’isolamento preventivo delle collezioni si intende limitato ai materiali che provengono dal prestito agli utenti e quindi da un flusso esterno non controllato e non si applica alla consultazione interna che deve avvenire sempre previa igienizzazione delle mani.

SERVIZI PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA: questa nuova scheda contiene una serie di indicazioni da applicare a tutte le opportunità organizzate di socialità e gioco, a carattere diurno, per bambini e adolescenti. Tra queste le principali sono:

  • predisporre per genitori, bambini e personale un’adeguata informazione anche con pittogrammi adatti ai minori;
  • sottoscrivere un accordo tra l’ente gestore, il personale e i genitori coinvolti per il rispetto delle regole per il contrasto del virus;
  • garantire una zona di accoglienza oltre la quale non consentire l’accesso agli accompagnatori;
  • prevedere un’organizzazione per turni per l’accesso per evitare assembramenti;
  • privilegiare attività che riducano i contatti prolungati favorendo le attività all’aperto;
  • la mascherina deve essere usata sempre da tutto il personale e, per i bambini e ragazzi sopra i 6 anni quando non è possibile rispettare il distanziamento di almeno 1 metro;
  • mettere a disposizione dispenser per prodotti igienizzanti;
  • i giochi dovranno essere ad utilizzo esclusivo di ogni singolo gruppo, salvo disinfezione prima dello scambio;
  • garantire una approfondita pulizia giornaliera degli ambienti e disinfezione.

Le ASL non devono approvare la proposta organizzativa dei centri e non è prevista alcuna certificazione sullo stato di salute dei bimbi.

Si raccomanda la rilevazione della temperatura e si invita il personale ed i genitori
all’auto monitoraggio delle condizioni di salute proprie e dei propri figli. Si raccomanda
infine il seguente rapporto tra personale e minori:

  • 1:5 per i bambini da 0 a 5 anni;
  • 1:7 per bambini da 6 a 11 anni;
  • 1:10 per ragazzi da 12 a 17 anni.

Analoghe prescrizioni sono disposte per i centri estivi.

TOP