Niente indennità di preavviso per il lavoratore che non impugna il licenziamento per giusta causa

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 26513 del 20 novembre 2020, ha escluso la possibilità per un lavoratore di ottenere l'indennità di preavviso a causa della mancata impugnazione del licenziamento per giusta causa.

In particolare, gli ermellini hanno precisato che il lavoratore in questione non può limitarsi a contestare in via stragiudiziale il recesso poiché per ottenere la succitata indennità, è necessario che il licenziamento sia impugnato giudizialmente. Infatti, la mera contestazione extragiudiziale non interrompe gli effetti conseguenti al provvedimento disciplinare.

TOP