Nel secondo trimestre crollo del PIL

Tra aprile e giugno, a seguito del Lockdown, il Pil italiano è diminuito del 12,85 su base congiunturale e del 17,7%, invece, in termini tendenziali, dinamiche sulle quali ha inciso pesantemente la flessione delle esportazioni calate, sempre nel periodo già ricordato, di oltre il 26%.

Questi i dati più significativi del Report dell’Istat inerente ai trend economici nel secondo trimestre del nostro Paese che ha fatto registrare forti criticità anche sul versante dell’occupazione.

Per il secondo semestre dell’anno, tuttavia, almeno secondo le stime del Governo, si dovrebbe assistere ad un marcato “rimbalzo”, determinato dalla ripresa delle attività produttive anche se ovviamente, gli indicatori, almeno nell’ambito di una comparazione tendenziale dei dati, evidenzieranno ancora valori negativi.

TOP