Negozi, come calcolare il numero dei clienti ammessi all'interno contemporaneamente

Il Dpcm 24 ottobre 2020 stabilisce l’obbligo per tutte le attività commerciali al dettaglio di esporre fuori della porta un cartello indicante il numero massimo di clienti ai quali è consentito contemporaneamente l’ingresso. Ma come si calcola questo numero? Secondo Fenailp, per farlo occorre tenere presente determinati parametri.

In base all’articolo 1 comma 9 lett. dd) del DPCM del 24 ottobre, deve essere assicurata la distanza interpersonale di almeno 1 metro, gli ingressi devono avvenire in modo dilazionato e non si può sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.

Viene poi raccomandata l'applicazione delle misure di cui all'Allegato 11 (Misure per gli esercizi commerciali) del DPCM che al punto 7 per quanto riguarda il regolamento e lo scaglionamento degli accessi indica:

* per i locali fino a 40 mq può accedere una persona alla volta con un massimo di due operatori;

* per i locali di dimensioni superiori l'accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e uscita.

TOP