Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: Approvate le linee guida per il trasporto pubblico per l'emergenza coronavirus

Sono state pubblicate le “Linee guida per l'informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del COVID19 in materia di trasporto pubblico” e le “Linee guida per il trasporto scolastico dedicato" elaborate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il Dipartimento per gli Affari Regionali ed approvate dalla Conferenza Unificata, che regolano le modalità di utilizzo del trasporto delle persone in occasione della ripresa delle attività economiche e scolastiche del Paese.

Le linee guida per il trasporto pubblico prevedono una serie di indicazioni generali ("misure di sistema") e una serie di indicazioni specifiche per le diverse modalità di trasporto, che fanno seguito alle linee guida pubblicate nei mesi precedenti.

Tra le misure di sistema approvate, oltre al richiamo al rispetto dei comportamenti necessari per il contenimento della diffusione del virus Covid19 (utilizzo dei dispositivi di protezione individuali, igienizzazione delle mani, comportamento in caso di sintomi assimilabili a quelli del Covid19 ecc.) si evidenzia la possibilità di derogare al metro di distanziamento tra passeggeri in caso di persone che hanno rapporti interpersonali stabili (specificati a titolo esemplificativo nelle linee guida) e la necessità di prevedere diverse fasce orarie entro cui avere una maggiore affluenza di persone per evitare picchi eccessivi in un arco temporale ristretto, incentivando anche la mobilità sostenibile.

Inoltre, si prevede lo stanziamento di 200 milioni per le Regioni e 150 per Comuni e Province per i servizi aggiuntivi di trasporto ritenuti indispensabili per l'avvio dell'anno scolastico.

Con riferimento alle linee guida per le singole modalità di trasporto, si evidenzia che per i mezzi pubblici del trasporto locale automobilistico, metropolitano, tranviario filoviario, lagunare, costiero, ferroviario e di interesse delle regioni è consentito un coefficiente di riempimento non superiore all’80%, da realizzarsi attraverso una maggiore riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti.

Inoltre, laddove sia garantito il ricambio di aria e il filtraggio attraverso strumenti autorizzati dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) ovvero siano installate separazioni removibili tra i sedili, sempre previa autorizzazione all'utilizzo da parte del CTS in relazione al materiale utilizzato, è consentito aumentare la portata di passeggeri del mezzo.

Le linee guida in commento confermano l'obbligo di Installazione di dispenser per dar modo all’utenza di igienizzare le mani, nonché di fornire adeguate forme di comunicazione sul corretto utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuali.

Infine, per aumentare le corse dei mezzi di trasporto, soprattutto durante le ore di punta, le linee guida richiamano la posso di utilizzare autovetture a uso di terzi per l’esecuzione di servizi di linea per trasporto di persone, anche ricorrendo a procedure semplificate per l'affidamento dei servizi.

Con riferimento al trasporto scolastico dedicato, tra le varie misure approvate, si evidenzia che la portata massima del mezzo può essere raggiunta ove il trasporto è organizzato in maniera tale da non superare la durata di 15 minuti.

TOP