Le misure di ristoro subiranno rallentamenti a causa della crisi di Governo?

Tecnicamente, la crisi di Governo rischia di alterare anche altri equilibri. Pertanto, non era tanto peregrino il timore di quanti intravedevano nelle dimissioni del Premier, rallentamenti nell’assegnazione dei fondi. Infatti, la paralisi nei Ministeri ha bloccato l’approvazione dei decreti attuativi relativi alle misure di sostegno ai cittadini. Senonché, appare chiaro che le misure di ristoro subiranno rallentamenti a causa della crisi di Governo.

Quindi, la questione aperta sul fronte politico, presenta anche risvolti nella vita sociale ed economica del Paese. Sicché, come detto, sarà difficile dare esecuzione a tutte le misure emergenziali dirette alle categorie versanti in difficoltà economica a causa della pandemia. In altri termini, una parte degli aiuti, potrebbe subire concreti rallentamenti e non arrivare nei tempi stabiliti. Ma vediamo, più nel dettaglio, quale sia la situazione in proposito.

MISURE CHE SUBIRANNO CONTRACCOLPI A CAUSA DELLA CRISI DI GOVERNO

Alla domanda: “le misure di ristoro subiranno rallentamenti a causa della crisi di Governo?”, cerchiamo di dare una risposta più dettagliata. Ebbene, i decreti attuativi da emanare e che rischiano sospensioni, sono ben 547. C’è il rischio che essi arrivino troppo tardi e quindi in tempo non utile a soddisfare necessità impellenti. Ciò potrebbe compromettere le riforme economiche varate dal Governo in tutta la fase di emergenza sanitaria.

Naturalmente, senza l’adozione dei predetti decreti attuativi, le decisioni del Governo è come se non fossero mai state prese. Tant’è che solo il 40,5% delle misure adottate dai due precedenti Governi Conte, hanno finora trovato attuazione. In pratica, sarebbero a rischio alcuni decreti relativi alla manovra 2021, come il bonus per la digitalizzazione, nonché i finanziamenti per la produzione di ossigeno a uso medicinale. Ancora, sarebbero a rischio tutte le altre misure come: il bonus studenti per l’acquisto di kit digitali, computer destinati alle famiglie meno abbienti. Poi, abbiamo quelli sul rinnovo degli apparecchi tv, sull’acquisto dei rubinetti a basso consumo d’acqua, e, a seguire, tutti gli altri incentivi e aiuti, approvati nella Legge di Bilancio 2021.

TOP