L’importanza di fare marketing sul web con i Social Media giusti.

Quale Social Media utilizzare per far crescere il proprio business e migliorare la propria reputazione agli occhi degli utenti sempre più esigenti?

Considerare Internet come una risorsa alternativa o addirittura sostitutiva rispetto alla distribuzione tradizionale è uno degli errori più gravi commessi soprattutto in Italia. L’e-commerce ad esempio, ha fatto fatica a decollare e per certi aspetti le imprese ancora lo guardano con diffidenza.

Ma ormai la tecnologia con i suoi dispositivi mobili ci vuole sempre on-line. Oggi un utente su due resta connesso ai principali social media tutto il giorno, effettua ricerche, si informa e scrive recensioni.

Questa prospettiva è particolarmente utile per le Reti commerciali ma bisogna comprendere e ricordare che il consumatore è sempre più informato ed esigente e si aspetta delle competenze che il venditore deve dimostrare di avere senza però trascurare il ruolo della relazione interpersonale, dell’assistenza alle vendite e della consulenza personalizzata. Bisognerebbe comprendere che la Rete non snatura la professionalità del venditore, ma la sfida e la valorizza.

Google è il punto di partenza delle verifiche dei clienti ed è pertanto il posto dove farsi trovare per suscitare affidabilità e sicurezza, per questo motivo occorre curare e distribuire la nostra presenza in più ambiti affinché chi cerca noi o un professionista del nostro ambito e sul nostro territorio escano fra i risultati:

  • la scheda sul sito aziendale
  • la filiale dove lavoriamo su Google Maps, oggi tutt’uno con Google Plus
  • il profilo Linkedin
  • il blog professionale
  • l’account Twitter
  • Youtube se i nostri contenuti necessitano di video
  • Pinterest o Behance se il nostro business ha a che fare con l’immagine il design o la fotografia
  • i post o i commenti lasciati su blog del nostro settore
  • il profilo Facebook

Ne introduciamo qualcuno tra i social media più utilizzati.

LinkedIn è il social media destinato a stabilire reti per il business. Uno strumento particolarmente potente non solo per “farsi trovare”, ma anche per cercare clienti:

  • Con la “funzione aziendale” è possibile richiedere di entrare in contatto con persone che ancora non conosciamo, attraverso un messaggio privato o attraverso i propri contatti;
  • Possiamo osservare i network dei contatti diretti e partecipare ai gruppi, seguendo “per azienda” selezioniamo il nostro target. Trovando le pagine aziendali sarà poi possibile vedere quali connessioni, dirette o di secondo livello, saremo in grado di attivare;
  • Linkedin inoltre, ci avvisa degli aggiornamenti professionali dei nostri contatti, ad esempio potrebbe tornare utile congratularsi per una promozione o per richiedere un appuntamento a chi ha cambiato lavoro.

Facebook è certamente il luogo principe delle relazioni sociali, la pagina personale può essere utilizzata per fini professionali e avere fra gli amici i propri clienti non vuol dire non poterlo usare con un taglio personale e tanto meno vuol dire usarlo solo per parlare di lavoro. Bisognerà utilizzare solo qualche accorgimento come quello del linguaggio, che deve essere simile al tono che utilizzeremmo con i nostri clienti fuori dai contesti professionali. Facebook ci aiuta a stabilire con loro un rapporto informale, ci permette di interagire con i contenuti che riguardano la loro quotidianità, la loro ideologia e viceversa sarà quindi importante ricordarsi di dare un’immagine di noi positiva ed affidabile, non censurando contenuti della nostra vita privata, ma valorizzando dal punto di vista umano, la nostra figura professionale, tutto questo ci permetterà di avere ulteriori argomenti quando riporteremo la relazione sul piano degli affari.

In Rete possiamo inoltre monitorare il nostro business e le ricerche effettuate dai nostri potenziali clienti. A tale scopo sono particolarmente utili:

  • Google News Alert, abbonarsi per monitorare testi e conversazioni dove può comparire il nostro nome, i nomi della nostra azienda, quelli dei competitor, dei prodotti e servizi così come ci aspettiamo che un utente li possa cercare;
  • ricerche su Twitterper essere sempre aggiornati sull’argomento di nostro interesse, osservare le persone che ne parlano con frequenza e con più seguito;
  • domande e risposte su Yahoo Answers;
  • forum, blog, communitydi settore a cui potremo partecipare, così come è commercialmente efficace partecipare ai convegni ed agli incontri per mostrare la nostra professionalità e stringere relazioni d’affari;
  • testate e riviste di settoredove potremo lasciare i nostri commenti o curare una rubrica nella quale aiutare i lettori a comprendere meglio le cautele e le opportunità coinvolte nel mercato di cui ci occupiamo.

Ora che ti abbiamo fornito un quadro generale del mondo in Rete, quali social media credi possano servirti per incrementare il tuo business? Se hai bisogno del consiglio di un esperto, contattaci e lo valuteremo insieme.

TOP