INAIL non paga se c'è l'assicurazione privata

Ai superstiti del pilota deceduto durante il volo l'INAIL non riconosce alcuna rendita perché per tali infortuni è competente l'assicurazione privata ai sensi dell'art. 935 del codice della navigazione.

Ad affermarlo è la Corte di Cassazione con l'Ordinanza n. 26271 del 18 novembre 2020, con la quale è stato chiarito che l'INAIL interviene solo per infortuni avvenuti durante le attività di terra.

Pertanto, nella definizione degli ambiti di competenza ciò che rileva è la natura dell'evento infortunio, se l'incidente è avvenuto durante le fasi di atterraggio o di decollo si applica la disciplina derogatoria prevista dal codice della navigazione, la quale prevede l'intervento esclusivo della sola compagnia assicuratrice privata.

TOP