Fondo ristorazione: Contributi ai ristoratori e al food Made in Italy

Una importante opportunità per gli Operatori della ristorazione, è possibile ottenere un contributo (fino a 10 mila euro) per aiutare i produttori italiani, il food (e il wine) made in Italy.

SI tratta di un’opportunità interessante per dare un aiuto al settore della ristorazione ma soprattutto per far conoscere e promuovere i prodotti alimentari italiani.

Il Fondo Ristorazione è un contributo riconosciuto (da € 1.000 fino ad un massimo di € 10.000) per l’acquisto effettuato da parte dei professionisti della ristorazione dopo il 14 Agosto 2020 di prodotti di filiere agricole e alimentari italiani. In particolare, prodotti DOP e IGP, prodotti che valorizzano la materia prima del territorio (compresi prodotti vitivinicoli e della pesca), cioè quelli da vendita diretta, e prodotti ottenuti da filiera nazionale integrale dalla materia prima al prodotto finito.

Le domande possono essere presentate fino al 28 novembre 2020 da ristoranti, pizzerie, mense, i servizi di catering, gli agriturismi e gli hotel con somministrazione di cibo.

I richiedenti dovranno dimostrare, presentando i relativi documenti fiscali, l’acquisto di almeno tre prodotti appartenenti a categorie merceologiche diverse.

REQUISITI

Le aziende che vogliono richiedere la domanda devono avere uno dei seguenti codici Ateco:

56.10.11 ristorazione con somministrazione

56.29.10 mense

56.29.20 catering continuativo su base contrattuale

56.10.12 attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

56.21.00 catering per eventi, banqueting

55.10.00 alberghi, limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo.

Requisito necessario per accedere al contributo è la PERDITA DEL FATTURATO cioè che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020 deve risultare inferiore ai tre quarti dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2019.

Il contributo è calcolato in base alla spesa effettuata dal 14 agosto 2020 alla data di presentazione della domanda e non può mai essere superiore alla spesa sostenuta.

DOCUMENTI NECESSARI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

• copia dei documenti fiscali certificanti gli acquisti nelle categorie previsti dal Decreto, ossia fatture ed eventuali documenti di trasporto

• quietanze associate ai documenti fiscali

• copia della Visura Camerale in corso di validità

Presso le Sedi Fe.N.A.I.L.P. sarà possibile ricevere ulteriori informazioni e per i soli Associati il personale Fe.N.A.I.L.P. potrà predisporre la compilazione delle richieste.

TOP