Detassazione del premio di risultato: Chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate, con la Risposta a interpello n. 550 del 17 novembre 2020, è intervenuta a fornire chiarimenti sulla detassazione del premio di risultato, affermando che se nel contratto aziendale risulti che, alla data della sottoscrizione del contratto stesso, il raggiungimento dell'obiettivo incrementale non sia certo, il datore di lavoro può applicare l'imposta sostitutiva del 10% qualora venga poi conseguito il risultato incrementale al termine del periodo congruo.

TOP