Dall’UE primi prestiti in arrivo per l’Italia

Ammontano a poco più di 27 miliardi di euro, legati al Sure, i prestiti di provenienza comunitaria che il nostro Paese utilizzerà essenzialmente per sostenere gli ammortizzatori sociali a beneficio dei lavoratori delle imprese provate dall’ emergenza Covid-19.

Ancora in alto mare, invece, sia il Piano nazionale di Riforme, che l’Italia dovrà presentare a Bruxelles entro metà ottobre per accedere ai supporti finanziari relativi al Recovery Fund, sia la decisione se ricorrere o meno al Mes, scelta, quest’ultima, che vede ancora non concordi le stesse forze di maggioranza.

TOP