Comuni montani calamitati: Al via la domanda di contributo a fondo perduto

Per i soggetti aventi sede operativa ovvero domicilio fiscale nei Comuni montani colpiti da eventi calamitosi ancora in emergenza al 31 gennaio 2020 (es: tempesta VAIA per la Provincia di Trento), l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la modulistica da adottare per presentare la domanda di contributo (di cui all’'articolo 25 del decreto Rilancio).

La domanda deve essere presentata a partire dal 10 febbraio al 24 febbraio 2021 da parte dei contribuenti che rispettano determinate condizioni.

Poiché in presenza di calo di fatturato, l’istanza di contributo a fondo perduto dovrebbe essere già stata presentata entro il mese di agosto 2020, questo modello, verosimilmente, verrà presentato dai soggetti che non hanno avuto il calo di fatturato e, operando in Comuni che hanno subito un evento calamitoso in zone montane, non hanno presentato la domanda entro lo scorso 13 agosto 2020. In tal caso, l’istanza è necessario presentarla per ottenere il contributo minimo di 1.000 € per le persone fisiche e di 2.000 € per le società.

N.B.: per l'individuazione dei territori montani si fa riferimento all’elenco della circolare ministeriale n. 9 del 14 giugno 1993 valida ai fini dell’Imu. L’erogazione del contributo avverrà mediante accredito sul conto corrente identificato dall’IBAN indicato nell’istanza. Si ricorda che tale contributo non è tassato.

TOP