COVID-19: Fenailp Nazionale chiesto al Premier Giuseppe Conte lo Stato di Emergenza Economica per i territori a vocazione turistica

Lo STATO DI EMERGENZA ECONOMICA per i territori a vocazione turistica, è quanto dichiarato dalla FENAILP (Federazione Nazionale Autonoma Imprenditori e Liberi Professionisti), al Governo Nazionale, al termine di una Assemblea, tenuta in videoconferenza, dal Delegato dei Pubblici Esercizi, della FENAILP, Francesco Florio, con gli Associati di Settore, a cui hanno preso parte numerosi Operatori, dalla Costiera Amalfitana a quella Cilentana, da Soverato a Reggio Calabria, da Messina, a Catania, da Siracusa a Trapani, da Ostuni , Otranto, Monopoli, Bari, San Benedetto del Tronto, Rimini, Venezia, Trieste, Loano, Alassio e molti altri ancora, ed è emersa una sola voce le Attività ubicate nei paesi a vocazione turistica. anche internazionali sono al collasso.
Ad oggi nessun provvedimento da parte dello Stato e dalle Regioni hanno minimamente attenzionato la specificità delle aree dotate delle suddette caratteristiche.
In questi territori, l’offerta turistica, da sempre traino dell’economia nazionale, è messa in ginocchio dall’assenza totale di domanda, pertanto è importante richiedere misure ad hoc per arginare attraverso finanziamenti a fondo perduto, i danni presenti e futuri indotti dal COVID-19.
La FENAILP inoltre, richiede che vengano affidati maggiori poteri ai Sindaci dei comuni delle realtà di cui sopra, al fine di poter concertare soluzioni idonee, realistiche e ragionevoli con le varie Organizzazioni di Categoria.

TOP