Bonus assunzioni per tutti

Il pacchetto lavoro del decreto agosto prevede un bonus del 100% per chi assume o rende stabile il rapporto, proroga di 18 mesi per la Cassa Integrazione e stop ai licenziamenti per tutto il 2020

Pacchetto lavoro decreto d'agosto

La Ministra Catalfo rende noto che al pacchetto dedicato al lavoro del decreto di agosto sono dedicate risorse consistenti per "fornire ulteriore protezione ai lavoratori e alle imprese, in questa fase di ripartenza del nostro Paese". Tante le misure che prevedono anche, per chi non ha più risorse, il prolungamento per altri due mesi di Naspi e Dis-coll.

 

Crollo delle assunzioni

L'Osservatorio sul precariato dell'Inps nel mese di aprile 2020 ha rilevato un crollo dell'83% delle assunzioni. Un dato che ha messo in allarme anche perché confermato ulteriormente dall'Istat, che ha rilevato una drammatica diminuzione delle assunzioni di tutte le tipologie contrattuali, a termine e a tempo indeterminato.

 

Incentivi del 100% per chi assume

Dati che hanno messo in allarme il Governo, che nel decreto di agosto vuole inserire anche una misura specifica al fine di incentivare le assunzioni stabili, attraverso un esonero contributivo del 100% per i primi sei mesi dall'assunzione o dalla trasformazione di un contratto a termine in uno a tempo indeterminato, senza tenere conto dell'età anagrafica del lavoratore.

Il Governo sta valutando questa misura perché alcuni settori stanno risalendo la china e in un futuro molto prossimo potrebbero avere bisogno di nuova forza lavoro.

 

Ancora 18 settimane di cassa integrazione

La cassa integrazione d'emergenza, a cui sono destinate le somme più rilevanti per il lavoro, sarà a disposizione delle aziende per altre 18 settimane, anche se c'è ancora una certa indecisione sul meccanismo. C'è chi è per concedere la proroga a tutti e subito, chi invece opta per le prime 9 settimane a tutti e le restanti 9 per le aziende che ne hanno veramente bisogno attraverso la predisposizione di meccanismi selettivi.

Per le aziende che non hanno subito grosse perdite le ulteriori nove settimane la Cig probabilmente verrà concessa solo a fronte di un contributo. Per coloro che invece decideranno di rinunciare alla cassa integrazione e impiegheranno i propri lavoratori a tempo pieno avranno diritto a uno sgravio contributivo di cui è ancora incerta la durata.

 

Fino a fine anno non si potrà licenziare nessuno

Ai lavoratori è dedicato anche il divieto dei licenziamenti, che si sta pensando di prorogare fino alla fine del 2020, a meno che l'impresa non fallisca o non cessi la sua attività. La materia dello stop ai licenziamenti pone però delicate questioni d'incostituzionalità, che sono alla base dello scontro relativo all'opportunità di prorogarla con il decreto d'agosto.

TOP