Bonus Io Lavoro 2020

Incentivo per le aziende legato all'assunzione di giovani e disoccupati.

Bonus IO lavoro per le assunzioni da gennaio a dicembre 2020, nei confronti di giovani under 25 o disoccupati. Circolare n. 124 del 26 ottobre 2020. Disponibili nuovi incentivi per le imprese legati all’assunzione di giovani e disoccupati.

La Circolare n. 124 del 26 ottobre 2020 ha comunicato l’attivazione del servizio online per presentare le istanze di accesso allo sgravio che, comporta, la riduzione dei contributi previdenziali a carico dell’azienda spettante per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020.

Si tratta di una agevolazione contributiva da circa 8mila euro per le aziende che assumono soggetti dai 16 anni in su, anche over 25. La gestione di questo incentivo è affidata all’Inps, che ha fornito le istruzioni operative e contabili per fruire del beneficio.

Possono beneficiare dello sgravio contributivo per un ammontare massimo di 8.060 euro e di durata pari a 12 mesi, i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, che assumano lavoratori disoccupati.

Vediamo meglio in cosa consiste questo bonus e come è possibile presentare domanda.

IN COSA CONSISTE IL BONUS IO LAVORO?

Il bonus IO lavoro comporta uno sgravio contributivo, ad esclusione dei premi INAIL, fino ad un massimo di 8.060 euro all’anno, proporzionato su base mensile in ordine alla data di assunzione o trasformazione.

Le somme a titolo di sgravio saranno portate in compensazione rispetto ai debiti da versare all’INPS. I crediti potranno essere utilizzati entro il 28 febbraio 2022.

In buona sostanza si tratta di un bonus istituito dall’Agenzia Nazionale Politiche del Lavoro (ANPAL), che con il decreto direttoriale n. 52 dell’11 febbraio 2020 ha introdotto uno sgravio a favore dei datori di lavoro privati che assumano giovani e disoccupati. Questo incentivo, denominato “IO lavoro” consiste in un contributo economico che ha lo scopo di favorire l’occupazione giovanile e l’inserimento nel mondo del lavoro di persone prive di occupazione (anche da diverso tempo).

Il contributo è erogato sotto forma di esonero contributivo per i nuovi assunti. Si tratta, quindi, di un minore onere contributivo per il datore di lavoro. L’Inps, in qualità di ente gestore del bonus, ha fornito, attraverso la Circolare n. 124 del 26 ottobre 2020, tutte le indicazioni per accedere al contributo.

IN COSA CONSISTE IL BONUS?

È un incentivo che spetta per assunzioni di persone disoccupate tramite:

• Contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;

• Un contratto di apprendistato professionalizzante;

• Contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato per soci lavoratori di cooperative.

L’incentivo è riconosciuto anche per l’attivazione di contratti di lavoro a tempo parziale e per la trasformazione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato.

QUALI REQUISITI DEI SOGGETTI NEO ASSUNTI?

Il personale da assumere non deve aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi 6 mesi con lo stesso datore di lavoro e deve possedere le seguenti caratteristiche:

• Età compresa tra i 16 anni e 24 anni;

• 25 anni e oltre, senza impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

CHI PUÒ BENEFICIARE DEL BONUS IO LAVORO?

Possono beneficiare del Bonus IO lavoro, i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, con:

• Regolarità contributiva nei confronti di INPS, INAIL e Casse Edili attestata dal DURC;

• Assenza di violazioni delle norme fondamentali in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;

• Osservanza dei contratti collettivi nazionali, regionali o territoriali sottoscritti dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale;

• Rispetto dei principi generali in materia di incentivi al lavoro previsti dall’articolo 31 del D.lgs. n. 150/2015.

Possono beneficiare dello sgravio contributivo sia le assunzioni a tempo pieno che a tempo parziale.

Inoltre, possono accedere al bonus, i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, in relazione alle assunzioni, a tempo indeterminato, effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020, in tutto il territorio nazionale, risultano comprese, anche:

• Le trasformazioni a tempo indeterminato;

• Apprendistato professionalizzante;

• Rapporti di lavoro subordinato instaurati con i soci lavoratori delle cooperative di produzione e lavoro.

CHI NON PUÒ BENEFICIARE DELLO SGRAVIO CONTRIBUTIVO?

Non possono beneficiare dello sgravio contributivo, i rapporti:

• Contratto di lavoro domestico;

• Contratto di lavoro intermittente;

• Prestazioni di lavoro occasionale;

• Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale e apprendistato di alta formazione e ricerca.

QUALI SONO I REQUISITI NECESSARI PER BENEFICIARE DEL BONUS IO LAVORO?

Per poter beneficiare dell’agevolazione, i lavoratori dipendenti devono avere:

• Età compresa tra i 16 ed i 24 anni;

• Età pari o superiore a 25 anni e siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi.

Si considera privo di impiego regolarmente retribuito chi, nei 6 mesi precedenti alla data dell’assunzione, non ha prestato attività lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato o che non ha svolto attività di lavoro autonomo o parasubordinato dalla quale sia derivato un reddito che corrisponde a un’imposta lorda superiore alla misura delle detrazioni.

In entrambi i casi i soggetti assunti devono essere in stato di disoccupazione da intendersi come la situazione di chi è privo di impiego ed ha reso, in forma telematica, la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro.

Tra il lavoratore e l’azienda che lo assume non vi deve essere stato alcun rapporto di lavoro subordinato nei 6 mesi precedenti ad eccezione del caso della trasformazione del contratto di lavoro.

IL BONUS È CUMULABILE CON ALTRI INCENTIVI?

Il bonus assunzioni IO Lavoro è cumulabile con le seguenti agevolazioni:

• Reddito di Cittadinanza;

• Il bonus assunzioni Reddito di Cittadinanza per incentivare l’assunzione dei beneficiari del reddito di cittadinanza;

• altri benefici economici introdotti e attuati, a favore dei datori di lavoro che abbiano sede nel territorio regionale, dalle Regioni “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), “più sviluppate” (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Umbria, Marche e Lazio) o “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna);

• Bonus lavoro giovani per l’assunzione stabile di giovani fino a 35 anni di età, fino ad un limite massimo annuale di 8.060 euro.

DOMANDA BONUS IO LAVORO

Per ottenere l’agevolazione, l’azienda è tenuta a verificare la disponibilità di risorse pubbliche, inoltrando apposita istanza sul portale www.inps.it – “Accedi ai servizi”.

Le autorizzazioni allo sgravio saranno rilasciate in base all’ordine cronologico di presentazione delle istanze preliminari.

Per approfondire sul sito ANPAL: https://www.anpal.gov.it/incentivo-io-lavoro-dettagli.

TOP