Agenzia delle Entrate: Chiarimenti sul credito d’imposta vacanze

Come noto, al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19, per il periodo d’imposta 2020, il “Decreto Rilancio” riconosce un credito d’imposta in favore dei nuclei familiari con ISEE non superiore a 40.000 euro, utilizzabile per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché́ dagli agriturismi e dai bed &breakfast (art. 176). Con il Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate, del 17 giugno 2020, sono state definite le modalità̀ applicative delle disposizioni in commento, da eseguire anche avvalendosi della società̀ per azioni PagoPA. Ora, con la Circolare n. 18/E del 3 luglio 2020, l’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti di carattere interpretativo e di indirizzo operativo agli uffici dell’Agenzia delle entrate, al fine della fruizione del credito d’imposta in parola.

TOP