Start Up Innovative a Vocazione Sociale. Requisiti e benefici.

Start Up Innovative a Vocazione Sociale. Requisiti e benefici.

Le SIAVS – startup innovative “a vocazione sociale”- sono una categoria di società che, possiede gli stessi requisiti delle start up innovative, ma che agisce in settori dall’alto valore sociale:

  • assistenza sociale;
  • assistenza sanitaria;
  • educazione, istruzione e formazione;
  • tutela dell’ambiente e dell’ecosistema;
  • valorizzazione del patrimonio culturale;
  • turismo sociale;
  • formazione universitaria e post-universitaria;
  • ricerca ed erogazione di servizi culturali;
  • formazione extra-scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo;
  • servizi strumentali alle imprese sociali.

 

BENEFICI E AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE SIAVS.

L’Art. 29 del decreto-legge 179/2012 ha assegnato dei benefici fiscali maggiorati a favore dei soggetti che investono in questa particolare tipologia di startup innovativa. Nello specifico si parla di: detrazione IRPES lorda del 30% del totale investito (fino a un investimento massimo di 1 milione di euro annui) per le persone fisiche, deduzione IRES del 30% dell’investimento (fino a un investimento massimo di 1,8 milioni di euro) per le persone giuridiche.

Le SIAVS, così come le altre startup innovative, sono esonerate dal pagamento del diritto annuale dovuto in favore delle Camere di Commercio per i primi cinque anni di iscrizione nel Registro delle imprese.

Inoltre, per lo stesso periodo  di tempo, sono esonerate dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria abitualmente dovuti per gli adempimenti da effettuare presso il Registro delle imprese;

 

DOCUMENTO DI DESCRIZIONE DELL’IMPATTO SOCIALE.

Al fine di ottenere e mantenere nel tempo lo status di SIAVS e requisito imprescindibile per godere delle agevolazioni per gli investitori dedicate a questo tipo di attività è la redazione annuale del “Documento di descrizione dell’impatto sociale” in cui la società fornisce una previsione quanto più possibile accurata e attendibile circa l’impatto sociale che intende generare attraverso le proprie attività.

Le SIAVS devono descrivere gli effetti a lungo termine, e di respiro più ampio, che le attività svolte producono. Si parla di benefici attesi o cambiamenti che vanno ad agire sulla comunità: tutti i risultati devono essere tradotti in termini misurabili. È importante, dunque, fare luce su tutta la catena di valore dell’impatto, su quali sono le risorse utilizzate, i servizi e prodotti offerti e i risultati ottenuti oltre alla descrizione dell’impatto vero e proprio.

Questo documento, unitamente all’autocertificazione che attesta il possesso e il mantenimento dei requisiti,  deve essere inviato dalla startup a vocazione sociale in maniera telematica alla Camera di Commercio. Per le imprese di nuova costituzione, il documento di descrizione dell’impatto sociale dovrà essere una stima accurata e attendibile di quello che si prevede di raggiungere ; mentre le imprese che hanno già depositato il loro primo bilancio descriveranno l’impatto effettivamente generato.

 

Se sei interessato a ricevere maggiori informazioni o aggiornamenti sull’argomento, compila il form di contatto inserendo nell’oggetto ‘SIAVS’.

Vuoi maggiori informazioni? Contattaci!

Compila il form con le tue domande e un nostro consulente ti risponderà il prima possibile.










social position

Condividi questo post